Assegnazione di un alloggio

(urn:nir:regione.lombardia:regolamento:2017-08-04;4~art9)
  • Servizio attivo
Procedimento di assegnazione di un alloggio

A chi è rivolto

Il richiedente e i componenti del nucleo familiare, devono possedere i requisiti al momento della presentazione della domanda e dell’eventuale assegnazione

Per il solo richiedente:

  • cittadinanza italiana o di un altro Stato aderente all’Unione Europea oppure cittadinanza di un altro Stato purchè il richiedente sia in possesso di permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o di un regolare permesso di soggiorno con validità almeno biennale e di un'attività lavorativa regolare o benefici di un trattamento uguale a quello riservato ai cittadini italiani ai fini dell'accesso ai servizi abitativi pubblici.

Per il richiedente e per ciascuno dei componenti del suo nucleo familiare:

  • non essere proprietari e non aver altri diritti di godimento su un immobile sul territorio nazionale o all'estero adeguato alle esigenze del nucleo familiare
  • non essere stati assegnatari di alloggi sociali per i quali, nei cinque anni precedenti la domanda, è stata dichiarata la decadenza o è stato disposto l’annullamento, con conseguente risoluzione del contratto di locazione
  • non essere stati sfrattati da un alloggio di edilizia residenziale pubblica per morosità nei cinque anni precedenti la domanda
  • non aver occupato abusivamente un alloggio o un'unità immobiliare ad uso non residenziale o spazi pubblici o privati nei cinque anni precedenti la domanda
  • non aver ceduto, in tutto o in parte, fuori dai casi previsti dalla legge, un alloggio precedentemente assegnato in locazione o sue pertinenze
  • non essere mai stati proprietari di altri alloggi costruiti con agevolazioni o contributi pubblici.

Per l'intero nucleo familiare:

  • avere un ISEE non superiore a 16.000,00 € e valori patrimoniali, mobiliari e immobiliari non superiori a 22.000,00 € per i nuclei famigliari composti da un sola persona, e di 16.000,00 € + 5.000,00 € x il Parametro della Scala di Equivalenza (PSE) per nuclei con più persone
Numero componenti solo maggiorenniValore PSESoglia patrimoniale
1 persona122.000,00 €
2 persone1,5723.850,00 €
3 persone2,0426.200,00 €
4 persone2,4628.300,00 €
5 persone2,8530.250,00 €
6 persone3,232.000,00 €

Come fare

Le domande possono essere presentate esclusivamente durante il periodo di apertura del bando.

Le domande devono essere compilate e inoltrate telematicamente dai cittadini utilizzando la piattaforma informatica messa a disposizione da Regione Lombardia.

Per poter accedere alla piattaforma informatica occorre possedere un lettore smartcard e la Carta Nazionale dei Servizi (CNS) con il relativo codice PIN. Se non si possiede la CNS, si possono utilizzare le credenziali di accesso SPID. La modalità telematica consente di compilare e inoltrare la domanda comodamente da casa oppure di avvalersi delle postazioni informatiche messe a disposizione dal Comune durante il periodo di presentazione della domanda.

Quando si presenta la pratica occorre avere con sè la seguente documentazione:

  • copia del documento d'identità
  • copia del permesso di soggiorno
  • copia della dichiarazione di antigienicità e inabitabilità rilasciata dall'ATS
  • copia della documentazione e certificazioni attestanti l’assenza di immobili di proprietà nel paese di origine, per cittadini extracomunitari
  • copia della documentazione e certificazioni attestanti tipo e grado di invalidità
  • dichiarazione rilasciata dal datore di lavoro attestante la stabilità lavorativa
  • documentazione relativa al patrimonio mobiliare
  • documentazione relativa al provvedimento di sfratto o di obbligo di rilascio dell'alloggio abitato.

Entro cinque giorni dalla scadenza del termine per la presentazione delle domande, il Comune approva la graduatoria provvisoria per ciascuna delle unità abitative disponibili di proprietà comunale.

Entro 15 giorni dalla pubblicazione delle graduatorie provvisorie è possibile presentare richiesta di rettifica del punteggio per il riconoscimento dell’invalidità civile che sia stato conseguito all’esito di un procedimento avviato prima della scadenza del termine di presentazione delle domande.  L'ente proprietario decide sull'istanza di rettifica del punteggio entro 15 giorni dalla relativa presentazione. Decorso tale termine l'istanza si intende accolta e le graduatorie provvisorie diventano definitive.

In assenza di presentazione di istanze di rettifica del punteggio, le graduatorie provvisorie diventano definitive decorsi 15 giorni dalla data della loro pubblicazione.

Le graduatorie definitive sono pubblicate nei successivi cinque giorni nella piattaforma informatica regionale, all'albo pretorio del Comune, per le unità abitative di proprietà comunale, e nei siti istituzionali degli enti proprietari.

Domanda di assegnazione di alloggio di edilizia residenziale pubblica

Costi

La presentazione della pratica non prevede alcun pagamento

Cosa serve

Per accedere al servizio, assicurati di avere tutta la documentazione prevista.

Cosa si ottiene

Quando il procedimento amministrativo si conclude positivamente si ottiene l'inserimento in graduatoria.

Tempi e scadenze

Durata massima del procedimento amministrativo: La graduatoria finale verrà pubblicata nei tempi previsti dal bando.

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Termini e condizioni di servizio
Argomenti:
  • Residenza
  • Integrazione sociale
Categorie:
  • Salute, benessere e assistenza
Ultimo aggiornamento: 26/02/2024 15:27.25